EXUMA - L'ISOLA DEI MAIALI FELICI

COME E COSA VISITARE AD EXUMA

Exuma è un'isola delle Bahamas meravigliosa in cui il turismo non è ancora approdato, come visitarla? E' davvero un posto così costoso? Vale la pena noleggiare un'automobile? C'è qualcosa da fare la sera? E se piove? Ma soprattutto, come organizzare un viaggio dall'altra parte del mondo senza agenzia viaggi? Cercheremo di inserire tutto questo insieme a tante foto, video e consigli nelle prossime righe. 

 Pig Beach 

Pig Beach 

PRIMA DI PARTIRE

Per arrivare ad Exuma si prende il volo diretto da Miami. I voli partono tutti i giorni, una sola volta al giorno, sono operati da American Airline e durano circa 50 minuti. Il prezzo medio va dai 400 ai 700 dollari A TESTA, bagagli esclusi - una follia! In alternativa si può fare lo scalo a Nassau e raggiungere l'isola in barca, ma sicuramente è un'opzione più scomoda. 

Non è necessaria alcuna vaccinazione per visitare l'isola, eppure è consigliabile (direi obbligatorio) acquistare un'assicurazione sanitaria totale che copra ogni eventuale spesa medica - ad Exuma non c'è alcun ospedale. 

Il periodo migliore per visitare l'isola è fine febbraio - inizio maggio, dopodiché è più facile trovare la stagione degli uragani e delle piogge. Nonostante questo il tempo è sempre variabile, noi siamo stati ad Exuma dal 3 all'11 Marzo, teoricamente la stagione ideale, ma praticamente in concomitanza con l'uragano che ha colpito il nord degli Stati Uniti; l'acqua nei primi giorni era molto mossa e sulla costa il vento forte era continuo. Le giornate di pioggia possono capitare in qualunque periodo, ma non si possono veramente definire tali: il clima cambia di continuo! Capita spesso che venga a piovere per qualche decina di minuti, con tuoni e lampi, e subito dopo spariscano tutte le nuvole ed esca il sole cocente! Quindi non disperate se le previsioni indicano l'arrivo di una brutta giornata, è molto probabile che cambino molto velocemente

Per quanto riguarda l'alloggio, il resort "Sandals Emerald" ha il monopolio. eppure accetta solamente le coppie come clientela. Se cercate qualcosa di "più economico" (non esiste niente di economico su quest'isola) ma comunque abbastanza lussuoso, consigliamo l' "Hideaways Exuma" che affitta bungalow direttamente sulla spiaggia privata. Non pensate ci sia molta scelta perché non credo che sull'isola ci siano più di una decina di hotel! Personalmente abbiamo alloggiato nella "Casa di Flora": un appartamento prenotato su airbnb, per la (assurda) cifra di 340 dollari (per 7 notti e due persone). L'appartamento si è poi rivelato essere un'intera abitazione, con 3 camere da letto e una cucina enorme. Sicuramente non era il massimo del lusso (anzi!), ma aveva tutto quello di cui avevamo bisogno (se non di più). Sicuramente la scelta dell'alloggio varia a seconda di quello che uno desidera fare una volta arrivato sull'isola: il nostro intento era quello di visitarla da cima a fondo... non potevamo permetterci di stare tutto il giorno in hotel! 

E' necessario noleggiare un'automobile? A nostro avviso sì, l'isola è molto piccola ed è perfetta da visitare in auto. In realtà si può anche alloggiare in un hotel e trascorrerci l'intera permanenza... ma ci sono spiagge meravigliose lontane da qualsiasi abitazione, irraggiungibili senza un mezzo di trasporto proprio. Sì, perché sull'isola i taxi non esistono, così come non esistono i bus. In realtà in questa isola non esistono nemmeno le vie. C'è un'unica strada che percorre interamente Exuma da nord a sud, da cui una volta ogni qualche chilometro partono viuzze sterrate per raggiungere le abitazioni, ma nessuna di queste ha un vero nome. Come ci si orienta quindi? Chiedendo informazioni ai passanti. Noi abbiamo noleggiato l'auto proprio di fronte all'aeroporto, e abbiamo addirittura chiesto se era possibile avere un navigatore... non vi dico la faccia della ragazza che ci ha noleggiato l'auto, stava per scoppiare a ridere! In realtà non è difficile imparare ad orientarsi dopo qualche giorno... anche se alla guida a sinistra non ci si abitua mai!

 Jolly Hall Bay - NESSUN FILTRO, GIURO 

Jolly Hall Bay - NESSUN FILTRO, GIURO 


COSA C'E' DA SAPERE SU EXUMA

 Cocoplum Beach

Cocoplum Beach

La vita è MOLTO CARA, soprattutto in relazione alla qualità (spesso molto bassa) dei servizi. I supermercati (3 in tutta l'isola) hanno prezzi triplicati rispetto all'Italia, e non sono molto forniti.

 Catch a Fire Bar

Catch a Fire Bar

 Blue Bar

Blue Bar

L'isola non è ancora del tutto attrezzata per il turismo, questo significa che: le auto a noleggio saranno tutte molto vecchie (ma ugualmente costose), le cartine dell'isola che troverete (se le troverete) non mostreranno veramente come muoversi sull'isola ma solo indicazioni generali su quello che loro pensano possa essere più turistico, alla sera non ci sarà nulla da fare. E quando dico nulla significa davvero il nulla più assoluto. La "città" di Exuma è George Town, e non credo che ci siano più di 10 abitazioni. Questo può aiutare a capire la desolazione che abita l'isola. Gli abitanti sono pochissimi, questo però è uno dei motivi per cui l'isola è uno dei posti più sicuri al mondo - loro non chiudono le macchine né le case.

 Cocoplum Bech

Cocoplum Bech

 Jolly Hall Bay

Jolly Hall Bay

Dopo le 17 è tutto chiuso, se non alcuni bar sulla spiaggia che il sabato sera chiudono per le 23 (che corrispondono alle nostre 4). All'inizio può sembrare assurdo... ma posso assicurare che dopo due giorni ci si rende conto che è così facile abituarsi al loro ritmo! Gli abitanti dell'isola sono quasi tutti pescatori: si alzano all'alba e si addormentano al tramonto. Sembra davvero noioso a pensarci, ma è meraviglioso poter cambiare così tanto il proprio modo di vivere! Almeno, per noi lo è stato! Alle 8 del mattino eravamo già in spiaggia, pronti a prendere ogni raggio di sole che la giornata potesse offrire. Sicuramente non è adatta a chi cerca locali sulla spiaggia e discoteche in cui ballare fino a tarda notte. 

Gli abitanti sono meravigliosi. Non ho mai incontrato persone talmente disponibili e gentili in tutta la mia vita! Sono disposti a lasciare quello che stanno facendo ed accompagnarti personalmente nel luogo che cerchi, il tutto sempre con il sorriso sulle labbra. 

IMG_9569.jpg

Ci sono alcuni posti in cui si può mangiare bene, spendendo il giusto. Tutta l'isola è piena di bar sulla spiaggia, ma troverete quasi sempre solo pesce fritto in tutte le salse. C'è la possibilità però di ammirare un incredibile tramonto sul mare al "Catch a Fire", sul versante non frequentato dell'isola. Un tramonto veramente mozzafiato. Altri posti in cui mangiare davvero bene: il "Chat and Chill", il "Santana's Restaurant" e il "Tropic Breeze". 

Altra nota dolente: i Sand Flies. Sono insetti minuscoli, quasi invisibili, che si nascondono nelle spiagge ed escono con il calare del sole. Cospargetevi di olio se non volete essere ricoperti di orribili punture rosse. Sembrano normali zanzare, ma sono davvero fastidiose.

GOPR7331.jpg

In compenso, le spiagge sono sempre DESERTE e PARADISIACHE. Le più affollate avranno al massimo una coppia o due di persone. L'isola è talmente sicura che si può lasciare l'automobile parcheggiata sul ciglio della strada... i parcheggi sono praticamente inesistenti. Le spiagge più famose sono segnalate con un cartello sulla strada: "Beach Access". Questo significa che potete accostare l'auto dove capita e cercare un accesso alla spiaggia a piedi (non è sempre facile vederlo però). A volte l'accesso non è segnalato, in questi casi dovrete armarvi di pazienza e buona volontà, aguzzare la vista o chiedere informazioni a qualche passante!  


LA VISITA ALLE CAYS

VFJYE6376.jpg
GOPR7521.jpg
IMG_9651.jpg
IMG_2318.jpg
IMG_9655.jpg
IMG_2496.jpg
GOPR7578.jpg
GOPR7526.jpg
GOPR7590.jpg

Sicuramente una delle esperienze più spettacolari da vivere ad Exuma è la visita alle Cays, cioè ad alcune delle 300 isolette che circondano Exuma e che formano un enorme ed incredibile arcipelago. Questa visita comprende anche la famosissima "Pig Beach", o meglio la "Big Major Cay". Prenotare l'escursione è in assoluto la prima cosa che dovete fare quando arrivate sull'isola, per non rischiare di non trovare posto. Infatti, mentre Exuma in sé è ancora esente in gran parte dal turismo, l'isola dei maiali è un'attrazione visitata da tutti i turisti delle Bahamas, che la raggiungono con una lunghissima escursione in barca da Nassau o Freeport. 

L'unico modo per raggiungere l'isola è attraverso un'escursione organizzata di un'intera giornata in barca. Exuma offre tantissimi tour operator tra cui scegliere, ma i prezzi sono sempre gli stessi: preparavi a spendere dai 200 dollari a testa in su (pranzo escluso)! Noi abbiamo scelto la "Four c's Adventures", la più economica in assoluto, per 180 dollari a testa. Essendo la compagnia meno costosa era anche la più scelta ed infatti eravamo almeno in 30 a fare l'escursione... tornando indietro forse sarebbe stato meglio scegliere qualcosa di un po' più costoso ma meno affollato, ma non sono sicura che sarebbe stato meno affollato. Si parte alle 8 del mattino per tornare verso le 18. In alternativa c'è la possibilità di scegliere per circa 150dollari l'escursione di mezza giornata, che porta soltanto a "Big Major Cay", senza fare sosta sulle altre... a parer mio non vale assolutamente la pena risparmiare 50 dollari e non vedere le altre isole meravigliose. In alternativa è possibile affittare una barca per un'escursione privata, il costo varia dai 1500 ai 3000 dollari in su. 

L'escursione comprende la partenza da George Town in barca, per poi fare tappa sulla costa di alcune tra le isole private più belle al mondo (come l'isola privata di Johnny Depp, quella di Nicholas Cage, o quella del Museo-Resort di David Copperfield). Qui l'acqua è veramente mozzafiato. Colori ancora più stupefacenti che alle Maldive, con punti in cui fare snorkeling tra pesci di ogni colore  e dimensione. Spesso si fa tappa anche a fianco di un relitto di aereo sommerso appartenente alla seconda guerra mondiale, prima di arrivare al punto più lontano dell'escursione: la spiaggia dei maiali (che dista circa 1 ora di navigazione dal punto più a nord di Great Exuma). Arrivati qui purtroppo il tempo sarà molto limitato, noi abbiamo avuto massimo 20 minuti per nuotare con i maiali! Le isole da vedere infatti sono molte, ma è un vero peccato poter stare così poco in questo posto assurdo! Appena ci si avvicina all'isola i maiali si avvicinano alla barca nuotando, alla ricerca di cibo! Ce ne sono di tutti i colori e dimensioni, i tour operator forniscono un po' di pane e carote per darli ai maiali, ma attenzione... a volte mordono! Successivamente si prosegue verso Sandy Cay: uno spettacolo unico al mondo, set di numerosi film hollywoodiani . Con la bassa marea si crea nel mezzo dell'oceano una lunghissima lingua di sabbia, che permette di "camminare sulle acque"circondati dalla bellezza mozzafiato del panorama. La tappa successiva è la "Thunderball grotto" dove è stato girato il film di James Bond "Never Say Never Again" nel 1983. Questi posti sono veramente in mezzo alla natura: meravigliosi da esplorare ma prestando molta attenzione, per esempio l'entrata nella grotta è uno strettissimo passaggio tra le rocce... quando siamo andati noi molte persone si sono ferite le braccia per entrare, prendendo contro alle pareti di rocce affilatissime! Ne è valsa la pena, ma è sempre bene non distrarsi. Dopo la sosta su un'isola locale per il pranzo (in alternativa si può portare il pranzo al sacco da casa e approfittare dell'ora di pausa per fare snorkeling), si fa tappa in un luogo in cui, per altri 20 dollari, è possibile fare il bagno con degli squali nutrice! Io ero molto scettica all'idea: odio gli animali tenuti in cattività come attrazione turistica... ma poi abbiamo scoperto che gli squali venivamo liberamente, di loro spontanea volontà, per essere nutriti dai pescatori del luogo! E' stata un'esperienza davvero incredibile, e sicura al 100%. L'ultima tappa prima del ritorno a casa è l'isola delle Iguana, dove è stata girata qualche scena di "Pirati dei Caraibi - la maledizione del forziere fantasma". 


LE SPIAGGIE MIGLIORI

 Runaway Beach

Runaway Beach

Il lato balneabile dell'isola è quello ad est, la costa da nord a sud è lunga circa 60 km. Percorrendola da nord a sud troverete sulla sinistra i vari cartelli "Beach Access", non sempre chiari, fino ad arrivare ad uno strato ponte di legno che collega "Great Exuma" a "Little Exuma". 

 Jolly Hall Beach

Jolly Hall Beach

Tutte le spiagge ad Exuma sono distese di sabbia bianchissima, che al tatto pare Talco, e acque trasparenti che sfumano dal turchese al verde smeraldo. Un sogno. 

 Hoopers Bay

Hoopers Bay

 Cocoplum Beach

Cocoplum Beach

Partendo da Nord la prima spiaggia che si incontra è Runaway Beach, una spiaggia veramente deserta, in cui vi sembrerà di essere in una puntata di Lost. Parcheggiate la macchina e proseguite a piedi lasciando la costa sula sinistra... se venite nel pomeriggio (con la bassa marea) incontrerete uno degli spettacoli più surreali al mondo. Cocoplum Beach: una distesa di sabbia bianca e finissima che crea una lunghissima lingua di sabbia che sembra proseguire all'infinito e "tagliare" in due l'oceano. Qui si trova tantissimi scheletri bianchi di ricci, loro li chiamano "Sand Dollars". Lo spettacolo è mozzafiato.

Scendendo verso sud ci sono tantissime spiagge meravigliose, degne di nota sono l'Emerald Bay, una parte è proprietà del Sandals Emerald, ma non esiste nulla di veramente privato nell'isola quindi anche se non siete clienti dell'hotel è permesso tuffarsi in queste acque dal colore Smeraldo. 

 Jolly Hall Bay

Jolly Hall Bay

Successivamente si trova la "Flamingo Beach" e la "Three Sisters Beach", quest'ultima è abbastanza riparata nelle giornate ventose e prende il nome dal trio roccioso che ne sovrasta il panorama.

 Cocoplum Beach

Cocoplum Beach

Poi Hoopers Bay, una delle più belle se c'è il mare calmo. Qui infatti ci sono sempre tartarughe marine libere con cui poter nuotare!!! Si lascia la macchina parcheggiata a bordo strada e si scende per un sentiero di qualche decina di metri, per arrivare a questa spiaggia di circa 1 km, in cui vedrete 5 pontili, tutti privati tranne l'ultimo. Salendo su questo si possono vedere all'orizzonte tantissime tartarughe che vengono fuori dall'acqua per prendere fiato! Quando il mare non è mosso è possibile fare proprio il bagno con loro, perché si avvicinano moltissimo alla riva. 

 Stockin Island

Stockin Island

 Chat & Chill

Chat & Chill

Poi la nostra preferita in assoluto, Jolly Hall Bay, ideale quando c'è molto vento. E' infatti posizionata in un luogo strategico in cui anche se il vento è fortissimo viene completamente fermato dalle palme (piene di noci di cocco) che stanno alle spalle della spiaggia. Abbiamo passato intere giornate in questo luogo meraviglioso... e in 7 giorni solo una volta ci è capitato di incontrare una coppia di americani! Non le abbiamo viste personalmente, ma ci hanno detto che la mattina presto è facile trovare stelle marine di tutti i colori sulla riva della spiaggia!

 Forbes Hill Beach

Forbes Hill Beach

Passato il pontile che collega Great Exuma a Little Exuma, si arriva a una delle spiaggie più famose dell'isola, la "Tropic of Cancer Beach", che si trova esattamente sul tropico del Cancro, con tanto di coordinate scritte sugli scalini per accedere alla spiaggia! Questa è una delle spiagge più ventose e ampie dell'isola... il mare è quasi sempre mosso, ed ha un colore incredibile. Una meraviglia per chi vuole tuffarsi e fare "Body Surfing"!

Sempre su Little Exuma da segnalare è la piccolissima spiaggia di "Forbes Hill", al tramonto i colori la rendono meravigliosa, con un'atmosfera unica. 

 Flamingo Beach

Flamingo Beach

Per ultima, ma non meno bella, "Stockin Island", raggiungibile da George Town con un taxi boat per 10 dollari, o con una barca a noleggio. Qui già il "porto" ha colori inimmaginabili, e la spiaggia "Chat&Chill" è piena zeppa di razze, che vengono a mangiare direttamente dalle mani dei turisti (sempre che il mare non sia mosso come quando siamo andati noi...)! La spiaggia è piena di gatti ed immense (grandi quanto la mia testa) conchiglie colorate. Se si ha la possibilità di spostarsi in barca è molto bella anche la spiaggia chiamata "Hamburger Beach" e fare snorkeling ad "Elizabeth Harbour", considerato uno dei siti più importanti al mondo per la sua barriera corallina.   


QUI IL VIDEO CHE IN DUE MINUTI RACCHIUDE TUTTA LA NOSTRA VACANZA E I POSTI CHE VI ABBIAMO CONSIGLIATO!